Si è verificato un errore nel gadget

giovedì 26 luglio 2012

Sacrosanti affari (e) ludici investimenti

Ce l'ho fatta, la magnifica polo di Brunello Cucinelli che tanto volevo è mia. Trovata presso uno dei miei indirizzi di fiducia, monitorata e poi comprata con i salvifici saldi. Di solito non mi garba parlare di questioni economiche, ma questa è stata una buona occasione, e così vi farò partecipi delle questioni di portafoglio. 
Il prezzo originale di questa polo, udite udite, era di 320 euro. Una follia, visto che con la stessa cifra uno si porta a casa un maglione in cashmere. Giustificabile solo fino a un certo punto. 
Addirittura dalla White Gallery, per qualche esoterico e misterioso motivo, il costo era lievitato a 368. Colpa dello spread? 
Fortuna che c'è il mio negozietto di fiducia: un buco in una brutta zona di Roma, che però ha una dotazione di marchi di nicchia italiani (fiore all'occhiello del "Made in" nostrano) e marche classiche da far paura. Tra di loro, Brunello Cucinelli. Per qualche strana ragione, poi, la polo era in vendita a 298 euro, invece dei 320 ufficiali (o dei 368 di WG).
Fortuna che esistono i saldi. Sacrosanti-affari-(e)-ludici-investimenti. Insomma, per farla breve, da 298 erano diventati 209 (-30%). Fortuna che si conosce il negoziante, che così è disposto a fare un altro po' di sconto (sì, sono uno strozzino. Potrei lavorare per Equitalia)... E così l'ho fatta mia!

Mai visto un tale livello di attenzione per una polo: a partire dal taglio invidiabile, fino ai dettagli sparsi qua e là. Il tessuto è un piquet di cotone leggerissimo, davvero estivo, e molto morbido. Interessante la combinazione di colori, edera e jeans, e l'effetto delavè. Sempre molto belle anche le etichette di Cucinelli, su quell'intrigante carta amalfitana.

Non vi dico come mi sta bene!! Se vedete un fico da paura con questa polo aggirarsi per Roma, fermatelo e fategli i complimenti. Sarò io.




 "Questo prodotto di qualità, / frutto del nostro lavoro,/ nasce a Solomeo,/ un piccolo borgo medievale/ alle porte di Assisi/ dove l'uomo e la Natura/ conoscono ancora/ i ritmi armoniosi/ del Tempo." Nonostante sia stato personalmente a Solomeo e possa testimoniare che è così, mi suona molto di sparata Hipster. Però a livello marketing è da premiare!
 
Molto carino il dettaglio della lunetta per le etichette e la cimosa grigia tipica di Brunello.


Impressionante il dettaglio sulle asole, una grigia e una blu. A loro corrispondono le cuciture dei bottoni, appunto grigia e blu.

 
Lo spacco laterale. 

Il tessuto.

Nessun commento:

Posta un commento

Se siete arrivati fin qua sotto vivi (complimenti!) e volete insultarmi, fate bene, questo è lo spazio giusto! Mi raccomando, utenti anonimi, lasciatemi una firmetta (potete anche scrivere "Raperonzolo", non saprò mai che non è il vostro vero nome)!
Se, invece, siete folli come me, e il post vi è piaciuto, potete contattarmi in privato per offrirmi un dono. Vi fornirò la mia taglia e le preferenze di colore per:
1) Un maglione in baby cashmere di Loro Piana;
2) Una giacca di cashmere millemila fili di Brunello Cucinelli;
3) Un plaid di cashmere di Hermès (sì, ho bisogno fisiologico di cashmere, sono freddoloso).

Naturalmente, non è un "aut aut" tra i tre doni. Non sarei mai così crudele. I doni sono da fare tutti. Appena arriveranno, provvederò a cambiare lista, per evitare doppioni.
<3 <3 <3

Grazie per la lettura!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...